Caos Venezuela

Cosa sta accadendo allo splendido paese caraibico?

Da anni ormai in crisi economica, eppure il Venezuela è potenzialmente ricchissimo, secondo produttore mondiale di petrolio.

E’ stato per anni terra in cui emigrare, per ambire ad un futuro migliore. Personalmente ho anch’io dei parenti a Caracas che ora versano in una grave crisi economica, tanto da non avere i soldi per tornare in Italia.

Negli anni passati ha governato a lungo Chavez, sedicente socialista antiamericano convinto, che poi è morto, ancora giovane, di malattia.

Gli è succeduto Maduro, un “duro e puro” che ha continuato la politica di Chavez ma con risultati davvero disastrosi per il popolo.

I venezuelani sono letteralmente alla fame, la delinquenza è aumentata in maniera esponenziale.

E in tutto ciò lo zio Tom (Stati Uniti) che ruolo ha?

Gli americani attenti alle dinamiche politiche del continente tutto (e non solo) si sono sempre auspicati a breve una soluzione risolutiva (dimissioni Maduro), che pare però non arriverà a breve…

Ed ecco che…Spunta dal cilindro un giovane e promettente politico Guaidò, dalla faccia pulita e tanta energia (probabilmente questa soluzione è stata caldeggiata da Trump) che, come del resto prevede la costituzione venezuelana, in caso di grandi difficoltà del paese si autoproclama presidente pro-tempore, in attesa di nuove elezioni (nelle ultime probabilmente ci sono stati dei brogli…).

Maduro ovviamente grida al golpe (americano) e, forte dell’esercito (per ora) dalla sua parte, non molla.

E la comunità internazionale come reagisce?

In un clima da guerra fredda il mondo si divide: USA, UE ed altri con Guaidò, Russia, Cina, Turchia, Bolivia ed altri con Maduro.

L’Italia come sempre è divisa al suo interno: Salvini contro Maduro, Di Battista con Maduro, noto populista.

Speriamo si risolva al più presto questa intricatissima situazione, magari con elezioni gestite dall’ONU, senza spargimenti di sangue…

NM

Annunci

19 pensieri su “Caos Venezuela

  1. Il presidente in carica Maduro dovrebbe fare un passo indietro e indire nuove elezioni, questo per evitare che la situazione, ormai sfuggita di mano, degeneri oltremodo.
    Tutto il mondo è paese mi verrebbe da dire, i politici hanno solo diritti e privilegi, ma senza alcun dovere, sono bravi a salire sul carro dei vincitori senza però mai scendervi, attaccati con le unghie e con i denti alle proprie poltrone consci del fatto che gli assicurano una vita “immortale”, oggi più che mai sono convinto che il popolo è e rimarrà unico sovrano…
    Prima o poi il vento dovrà girare…

    Piace a 1 persona

  2. Personalmente non sto seguendo la vicenda per filo e per segno, ho intravisto qualche servizio dove facevano vedere video/immagini di persone che stanno vivendo in prima persona quello che sta accadendo in Venezuela.
    Persone che cercano cibo dai cassonetti della pattumiera, persone che vanno a manifestare e non tornano più a casa, etc.
    Penso che il cambiamento debba venire a monte, come da tutte le parti quando qualcosa non va, so che non è semplice far scendere dalla poltrona chi governa, ma prima o poi la situazione dovrà cambiare o migliorare, per il bene di persone e bambini.
    Come in tutte le cose la ruota gira, girerà in bene anche là!!

    Piace a 1 persona

  3. Maduro sta distruggendo il Venezuela, sta facendo soffrire il popolo venezuelano, lui non sta facendo l’ interesse del popolo. Guaidò è la speranza per tutto il popolo venezuelano, speriamo che Guaidò riesca a liberare il suo popolo da questo dittatore, e che riesca a farel l’ interesse del popolo. Qualcuno deve intervenire subito, non credo che la Russia, Cina, si mettano in mezzo. Anche il Brasile è contro il dittatore venezuelano, e siamo pronti ad aiutare il popolo venezuelano.

    Piace a 1 persona

  4. Non possiamo incolpare il popolo. Ovvio che il governo è il problema. Certo che le persone muoiono di fame se ci sono politiche corrotte. Anche secondo me al paese manca una buona educazione. Devono anche sistemare l’agricoltura per produrre il loro cibo. Uccidere una persona per mangiare, non è normale. Hanno le risorse, devono sfruttare queste. Se questo continua, la situazione sarà peggio. Spero che riescono ad andare avanti.

    Piace a 1 persona

  5. Mi dispiace per il Venezuela e per il suo popolo, la corruzione e tanta che lascia tante cose da dire.
    Come sudamericano so cosa vuol dire vivere costretto a far determinate cose, a non avere la possibilità di crescita lavorativa ed educativa, a vivere sempre con paura a sopravvivere il domani, l’unica soluzione che sarebbe ribellarsi contro il potere, far rispettare i loro diritti e la loro costituzione, per ottenere una migliore possibilità di vita.
    Forza Venezuela fate rispettare i vostri diritti

    Piace a 1 persona

  6. Il Venezuela è a un passo dalla rovina per via della caduta della moneta e dell’aumento dell’inflazione nonostante le sue risorse di petrolio siano molto elevate, non riesco a spiegarmi questa cosa.
    Il presidente deve stare molto attento con le sue future decisioni visto che la guerra civile è un evento molto probabile, si dovrebbero rifare le elezioni e dovrebbe nascere un singolo partito che rispetta l’opinione del popolo

    Piace a 1 persona

  7. Il Venezuela è stato uno dei paesi piu potenti economicamente nel sudamerica, hanno avuto i loro anni di lusso ma, c’è il fatto che da Chavez e adesso Maduro vogliono essere un paese identico a una Cuba “libera”, seguendo i passi di “El che Guevara”. Secondo me non sono riusciti ad avere l’approvazione del popolo al 100% ed è questo che blocca tutto e provoca i disagi all’interno del paese, speriamo ci sia soluzione a questo problema senza utilizzare lei armi, avendo come nemico potente gli Stati Uniti, ormai sappiamo che loro sono sempre alla ricerca delle risorse naturali che in questo caso è il petrolio.

    Piace a 1 persona

  8. Nicolas Maduro vuole dimostrare essere un dittatore all’estremo dell’ordine, senza riflettere ed equilibrare la situazione economica del Venezuela che soffre con la fame e la disoccupazione, questi che sono dei fattori più che essenziali per una popolazione che è in sviluppo, addirittura secondo produttore mondiale di petrolio…
    La gente viene sottomessa ad una situazione che per forza la porta alla rivolta, disordine, conseguenze che faranno cadere Maduro. Spero che il nuovo governo senza appoggio degli Stati Uniti venga a ristrutturare lo sviluppo a questo popolo che prega per aiuto.

    Piace a 1 persona

  9. Non è giusto schierarsi da qualche parte poiché tra una dittatura socialista e una finta democrazia giostrata da dietro le quinte dagli USA non so cosa sia meglio. Spero solo che il popolo Venezuelano abbia la forza di rialzarsi e giungere presto a delle elezioni democratiche. Maduro dovrebbe avere il coraggio di dimettersi e ammettere che il suo governo inetto e non lungimirante ha fallito ma a quanto a pare non vuole proprio lasciare il potere.

    Piace a 1 persona

Rispondi a blogmannagiorgi Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...